carezze

DOTT.SSA REGINATO GESSICA (PSICOLOGA)

D’ISTINTO E DI CAREZZE: IL CONTATTO RISANANTE CON GLI AMICI ANIMALI
Voglio raccontarvi un’esperienza familiare speciale che ho vissuto, sperando di potervi donare una proposta positiva e distensiva alle solite giornate caotiche, noiose, o insoddisfacenti, proponendovi un week-end alternativo. Si tratta di un parco sul Montello, nella provincia di Treviso, facilmente raggiungibile, un posticino circondato da alberi, verde e tanta buona musica rilassante. Questa location è strutturata in modo tale che possa accedervi chiunque, portando con sé senza problematica alcuna il proprio cane; anche chi non ha un cagnolino può accedervi per osservare, accarezzare qualsiasi amico a quattro zampe presente nell’area. Questo meraviglioso posto di ritrovo è gestito da un’associazione che porta il nome di “Angeli con la coda”; uno dei responsabile è il Signor Antonio che, insieme alla moglie Barbara, si adoperano per rendere il luogo non solo rilassante ma anche punto di incontro tra individui che amano l’aria aperta, i cani e una buona armonia. Antonio è davvero una persona preparata e competente per quanto riguarda la conoscenza delle razze di cani, delle loro particolarità e quindi diventa esso stesso una fonte di aiuto sia nell’educazione dei nostri angeli con la coda, sia per le persone che sentono il bisogno di uno scambio comunicativo su più livelli e in varie forme. All’interno del parco si possono trovare delle amache, degli sdraio, un’erba verde sulla quale distendersi, una musica leggera e rilassante, i nostri amici a quattro zampe che gironzolano, giocano tra loro e fanno nuove conoscenze, così come fanno le persone. La mia è un’esperienza che consiglio a tutti di fare e di ripetere dal momento che la comunicazione è un bisogno che tutti abbiamo, comunicazione che viaggia su piani diversi, ma che si intrecciano tra loro: basti pensare alla carezza che è accompagnata da una gentile parola, oppure ad un semplice sorriso corredato da un “ciao”. I nostri amici a quattro zampe ci insegnano a conoscerci senza la paura, i pregiudizi; loro sono sempre disponibili ad una coccola o al gioco indipendentemente da chi abbiano di fronte. Certo, ognuno di loro ha un carattere ed un stile comportamentale proprio, ma quanto noi li influenziamo e quanto invece ci lasciamo da loro influenzare? Aprirsi alla comunicazione affettiva è un modo davvero soddisfacente di relazionarsi; la gentilezza, la condivisione, il gioco, il rispetto sono regole fondamentali per un ottimo stile di vita e insieme ai nostri angeli con la coda possiamo apprendere e cominciare a lasciarci andare ad uno stile comunicativo affettivo che guarisce, ristabilisce e insegna a dare voce all’emotività, trasformando l’indifferenza e la fredda educazione in gesti d’affetto. Consiglio questo tipo di esperienza a chiunque, soprattutto a chi non ha un cane a casa perché non lo può tenere, dal momento che qui può trovare la soddisfazione di vivere per qualche ora un rapporto di scambio con questi cagnolini che hanno amore per tutti; è anche un modo per far vivere ai bambini l’emozione di stendersi su un prato con una buona musica, il migliore amico dell’uomo e un cielo spettacolare. Ancora una parola sull’Associazione Angeli con la coda che, oltre a gestire questo parco, si adopera con attività varie sia nei centri diurni per disabili, sia nelle scuole che nelle case di riposo portando sempre con sé gli amici a quattro zampe, che rendono speciali le giornate degli ospiti nelle strutture. Grazie ad Antonio, Barbara e agli altri soci dell’associazione per quest’idea che hanno avuto e per la sua realizzazione. Per maggiori informazioni sulle attività dell’Associazione potete visitare il sito www.associazioneangeliconlacoda.it oppure scrivere al seguente indirizzo e.mail: info.parcogiochia6zampe@gmail.com. A tutti voi un saluto speciale e un arrivederci magari al parco con i nostri amici a quattro zampe!